Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:59 METEO:PESCIA19°36°  QuiNews.net
Qui News valdinievole, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdinievole
domenica 26 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marocco, la brutalità della polizia: calci e bastonate ai migranti a terra

Attualità giovedì 04 novembre 2021 ore 18:19

Caschi salvacapelli per le pazienti oncologiche

Oggi durante la donazione
Oggi durante la donazione

L'apparecchiatura è stata donata all'ospedale San Jacopo da un'azienda di Serravalle Pistoiese in cui due dipendenti si sono ammalate



PISTOIA — I caschi che salvano i capelli dalla chemioterapia arrivano all'ospedale San Jacopo di Pistoia, dove l'apparecchiatura per prevenire la caduta dei capelli nelle pazienti sottoposte a trattamento chemioterapico è stata donata dalla ditta Mgm Motori srl di Serravalle Pistoiese alla struttura complessa di Oncologia Medica diretta dal dottor Mauro Iannopollo e per la parte infermieristica coordinata dalla dottoressa Mariella Margelli.

L’apparecchio, dotato di sistema refrigerante del cuoio capelluto, è stato posizionato all’interno del Day Hospital Oncologico. Il sistema è dotato di una unità compatta a cui è collegata la cuffia refrigerante. La refrigerazione del cuoio capelluto - il cui trattamento dura 3 ore con temperature fra 0 e -4 gradi - può prevenire l’alopecia causata da alcuni farmaci chemioterapici. 

La sua utilizzazione si è rilevata efficace e può consentire di conservare la massima quantità di capelli o addirittura la capigliatura integrale. Il sistema di refrigerazione è stato progettato per essere facilmente utilizzato dai team infermieristici e medici che al San Jacopo hanno seguito lo specifico corso di formazione.

L’azienda Mgm, specializzata nella produzione di motori elettrici, è stata coinvolta emotivamente verso il reparto oncologico perchè recentemente due dipendenti si sono ammalate di tumore. “Anche il nostro Ospedale come quelli di Prato, Empoli e il Santa Maria Annunziata a Firenze, può finalmente offrire questo importante macchinario”, ha dichiarato la dottoressa Lucilla Di Renzo, direttore sanitario del presidio.

A consegnare l'apparecchiatura è stata Lucia Ghieri, titolare dell’azienda, insieme alle dipendenti Maria Ester Equi, Marianna Bonechi, Cristina Mangiantini, Monica Lencioni e Paola Giglioli. La donazione è ufficialmente avvenuta alla presenza del Presidente della Sds pistoiese Anna Maria Celesti, oltre che della stessa Di Renzo. Per la direzione infermieristica erano presenti Marco Capacci e Elena Franchi. Hanno partecipato anche i direttori delle strutture di ginecologia e radioterapia, rispettivamente i dottori Pasquale Florio e Marco Stefanacci. E’ intervenuto anche il sindaco del comune di Serravalle pistoiese Piero Lunardi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
225 positività e nessun decesso nel Pistoiese. Dal bollettino regionale i dati che fotografano le ultime 24 ore sul fronte epidemico
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità