comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:39 METEO:PESCIA12°18°  QuiNews.net
Qui News valdinievole, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdinievole
lunedì 26 ottobre 2020
corriere tv
Conte firma il nuovo dpcm: bar e locali chiusi dalle 18

Cronaca martedì 25 ottobre 2016 ore 17:05

Sevizia un cane e mette il video online

Il terribile video è stato messo su Facebook proprio dal ragazzo che ha seviziato il cane. E' nata una petizione online per fare giustizia



PESCIA — Scene crudeli, immagini terribili che hanno come soggetto una piccola vittima indifesa: nel video si vede il cagnolino mentre viene sbattuto per due volte contro il muro, seviziato con una penna e poi costretto a subire ripetute violenze, a farlo un giovane di 27 anni residente a Pescia. Video che la nostra redazione ha deciso di non pubblicare per le sue immagini troppo violente.

È da questo video che la famiglia del pincher è venuta a sapere come è morto il cane.

Una ripicca che nel mezzo ha messo un essere indifeso. Il giovane e la famiglia del cane avevano alcuni dissidi. 

Il cane poi morì dal veterinario per le ferite subite durante il pestaggio. Il video risale ad un anno fa ma solo nella giornata di oggi è stato reso pubblico.

E sul web sale l'indignazione, per quel video che è la prova dei maltrattamenti subiti dalla povera bestiola. Sul fato stanno indagando anche i carabinieri. 

Associazioni animaliste, Liv Toscana, Leal Arezzo e Fae Italia Polo Giuridico hanno lanciato una petizione online su Change.org perché venga fatta giustizia.

Ad ora la petizione conta già 6.794 firme, nella petizione si legge: "Non può essere in libertà, un "uomo" che sevizia un essere indifeso per ragioni amorose! Qualsiasi fosse stato il motivo per cui l'ha fatto, Gaetano Foco non aveva, ne ha il diritto di fare dell'esistenza degli altri, ciò che vuole, soprattutto degli animali che non possono difendersi. Le persone come lui devono pagare ed essere condannate! Firmate questa petizione numerosi, perché questa persona paghi per ciò che ha fatto.. e tutto quello che potrà fare in futuro ad altri animali, compresi quelli che custodisce in casa sua. Potrebbe essere socialmente pericoloso anche per le persone! Facciamolo sapere alle autorità e alle associazioni sostenitrici dei diritti degli animali. Grazie a tutti".

Al ventisettenne è stata notificata dai carabinieri una denuncia per uccisione di animali. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità