comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PESCIA
Oggi 13°23° 
Domani 14°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdinievole, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdinievole
sabato 30 maggio 2020
corriere tv
Fase 2, ecco la prima «cupola» per andare al mare

Attualità martedì 12 maggio 2020 ore 19:00

Ponti chiusi, una legge per le ditte danneggiate

il ponte dei Mandrini
Il ponte dei Mandrini

Proposta di legge regionale per stanziare 150.000 euro a favore delle imprese danneggiate dalla chiusura dei ponti dei Mandrini e degli Alberghi



UZZANO — La giunta regionale della Toscana ha presentato una proposta di legge per stanziare 150.000 euro a favore delle aziende del pistoiese che hanno lamentato danni economici a causa della chiusura dei ponti degli Alberghi nei Comuni di Pescia e Uzzano e del Ponte dei Mandrini nel Comune di Abetone e Cutigliano. Ora la legge passerà all'esame del Consiglio regionale per l'approvazione, 

Nel primo caso, quello del ponte degli Alberghi, la chiusura del ponte sul torrente Pescia, lungo la strada provinciale 11, Francesca Vecchia, nel tratto compreso tra Via Sant'Allucio e Via Manselma in località Alberghi, è stata decisa dalla Provincia di Pistoia nel giugno scorso e si è protratta fino al dicembre 2019. Con il con il divieto di transito veicolare e pedonale e la deviazione del traffico, il numero di veicoli che transitavano nella zona e che arrivava a circa 500 l’ora, si è azzerato causando un forte disagio economico alle attività imprenditoriali aventi unità locali nelle strade interdette al traffico, o in quelle limitrofe.

Per quanto riguarda invece il ponte dei Mandrini, la Provincia di Pistoia ha disposto il 7 maggio 2019 il divieto di transito a tutti gli autoveicoli lungo la strada provinciale 20, Popiglio–Fontana Vaccaia fino a 600 metri dopo il ponte sul torrente Sestaione,in direzione Abetone, a causa delle cattive condizioni del ponte, noto come “Ponte dei Mandrini”. La chiusura ha determinato l’interruzione del collegamento tra la Val Sestaione e l’Abetone. Questo, si legge in una nota della Regione, ha comportato disagi alla popolazione residente, compromettendo anche l’afflusso turistico ed ha causato danni alle imprese con sede nelle frazioni del comune di Abetone Cutigliano.

La proposta di legge prevede l’attivazione di un contributo in "de minimis", calcolato sul mancato guadagno delle imprese. L’aiuto sarà commisurato al valore del minore fatturato per le imprese del commercio e turismo e ai maggiori costi di trasporto. 

L'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo ha spiegato che la Regione ha "preso atto delle forti sollecitazioni che provenivano dalle attività imprenditoriali e dai territori che ci chiedevano misure di sostegno per integrare quelle già adottate dai Comuni interessati".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità