comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:26 METEO:PESCIA16°  QuiNews.net
Qui News valdinievole, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdinievole
mercoledì 28 ottobre 2020
corriere tv
Coronavirus, l'allarme di Walter Ricciardi: «Il nuovo Dpcm non è sufficiente, servono lockdown locali»

Cronaca mercoledì 13 marzo 2019 ore 12:12

Amianto, 94 lavoratori in pensione anticipata

Sono dipendenti della ex Ansaldo-Breda. e sono stati esposti all'amianto tra il 1987 e il 1990. Lavoratori dell'indotto ancora esclusi



PISTOIA — Sono 94 i lavoratori che vanno in pensione anticipata dopo essere stati esaminati da Inail e Imps.

I dipendenti di Ansaldo-Breda avevano smantellato il tetto dello stabilimento tra il 1987 e il 1990, restando esposti all'amianto.

A rendere noto il provvedimento è stato Jury Citera, segretario Fim Cisl Toscana Nord: "I riconoscimenti - ha detto Citera - consistono in contributi che copriranno il periodo dal 6 ottobre 1987 fino al 31 dicembre 2000, quindi i lavoratori si troveranno 6 anni e 3 mesi di uscita anticipata dal lavoro". Questo per il rischio di un'aspettativa di vita inferiore

Citera ha aggiunto che i riconoscimenti di esposizione all'amianto non sono terminati, la battaglia per includere altri lavoratori non è finita, le domande presentate sono 170. Per esempio i lavoratori dell'indotto, presenti nello stabilimento durante lo smantellamento del tetto, sono al momento esclusi: "E' ingiusto che i lavoratori che erano a fianco dei dipendenti Ansaldo-Breda in quel periodo non abbiano riconosciuti i soliti benefici che oggi hanno questi primi 94 lavoratori".

"Sono circa 250 - ha concluso Citera - le persone che sono venute a mancare a causa di questa fibra pericolosa. Purtroppo gli studi ci dicono che il picco arriverà dal 2020 in poi". 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità