Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PESCIA19°28°  QuiNews.net
Qui News valdinievole, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdinievole
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Jacobs: «Sono solo nato in Texas, l'Italia è la mia Nazione». Tamberi: «Sono l'uomo più felice al mondo»

Attualità domenica 20 giugno 2021 ore 10:07

La spesa diventa solidale, nasce l'Emporio

L'inaugurazione
L'inaugurazione

È stato inaugurato anche alla presenza del presidente della Regione il market alimentare rivolto a chi si trova in difficoltà economica



PESCIA — Con una presentazione ufficiale al Palazzo del Palagio di Pescia, alla presenza del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani a cui è seguita l’inaugurazione nella sede di via Amendola 93, ha preso il via il progetto di Emporio della solidarietà nato dalla sinergia tra Croce Rossa Italiana, Pubblica Assistenza e Caritas diocesana con la collaborazione del Comune di Pescia.

A fare gli onori di casa c’erano il sindaco facente funzioni Guja Guidi e l’assessore al sociale Fiorella Grossi, mentre per le associazioni erano presenti William Vergoni, presidente della Croce Rossa, Florio Giagnoni, presidente Pubblica Assistenza e Maria Cristina Brizzi, direttore della Caritas Diocesana.

Da anni le tre realtà di volontariato e l’amministrazione comunale, in collaborazione con i servizi sociali che a vario titolo agiscono sul territorio, operano nel campo del contrasto alla povertà alimentare attraverso la distribuzione dei pacchi viveri a famiglie in difficoltà economica. Un problema che si è decisamente acuito nel corso dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19. Da qui l’idea di creare a Pescia un unico punto di distribuzione dei generi di prima necessità, dandogli la forma sperimentale di emporio.

“La Regione Toscana vede con grande favore queste iniziative di solidarietà - ha detto Giani - e ci impegneremo a collaborare con tutti i soggetti protagonisti di questo importante progetto di grande spessore sociale”.

Nell’emporio, in autonomia, chi ha titolo potrà fare spesa utilizzando per il pagamento una tessera punti a scalare. I prodotti proverranno da diversi canali: raccolte alimentari spontanee, rete di commercianti e imprenditori locali, Agenzia Agea che fornisce agli enti benefici i prodotti del programma comunitario Fead, Banco Alimentare della Toscana.

L’accesso al progetto, riservato ai nuclei famigliari italiani e stranieri residenti nel territorio comunale di Pescia e in condizione di reale necessità, avviene tramite alcuni punti di accesso: Centro di ascolto della Caritas Diocesana, Ufficio Politiche Sociali del Comune di Pescia, Centro di ascolto della Croce Rossa di Pescia e Pubblica Assistenza di Pescia. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sfiorano quota 23.600 i cittadini del Pistoiese contagiati da inizio pandemia tra capoluogo e Piana, Valdinievole e Montagna. Ecco i dati odierni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Cronaca