comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PESCIA
Oggi 22°31° 
Domani 21°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdinievole, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdinievole
domenica 05 luglio 2020
corriere tv
Decreto rilancio, ecco le novità da sapere

Cronaca giovedì 25 maggio 2017 ore 13:35

Offrono soldi al parroco ma era una truffa

In due hanno raggirato il religioso, anche cappellano in ospedale. Promettendo 80mila euro hanno provato a rubarne 12mila. Un altro episodio a Lucca



LARCIANO — Due uomini residenti in provincia di Bologna, uno di 56 e l'altro di 68 anni, quest'ultimi di origine tarantina, sono stati arrestati dai carabinieri.

Il provvedimento dei militari è relativo alla truffa che i due hanno architettato nei confronti dell'anziano parroco di Larciano. Il religioso è anche cappellano in diversi ospedali.

I due truffatori hanno contattato il prete, il falso medico ha finto di essere nipote di un'anziana ricoverata in ospedale e ha detto al parroco di voler fare una donazione di ottomila euro. I due malviventi hanno dato appuntamento al prete all'ospedale del Ceppo.

L'altro truffatore si è finto di nazionalità svizzera e ha chiesto informazioni su un dermatologo pistoiese amico del padre. Il prete ha detto che era morto da due settimane così il finto elvetico si è offerto di versare ottantamila euro in beneficenza, a una condizione: che il parroco facesse da tramite, stipulando un atto notarile e facendosi versare, dal parroco stesso, una cauzione di dodicimila euro

Il prete ha accettato e ha versato un acconto di cinquemila euro. L'anziano sacerdote si è però insospettito e si è rivolto ai carabinieri che lo hanno accompagnato il giorno dopo, quando era prevista la consegna del saldo.

I due truffatori sono stati arrestati. Avevano già fatto una truffa simile a Lucca, nel 2014.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità