Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:PESCIA13°20°  QuiNews.net
Qui News valdinievole, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdinievole
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Aliseo, «I libici hanno sparato sul peschereccio per uccidere»

Cronaca lunedì 25 gennaio 2021 ore 15:50

In fuga con la cassaforte del supermercato

ladro

Il furto in un negozio della Valdinievole, dove sono intervenuti i carabinieri di Lucca che coi colleghi del posto hanno arrestato due persone



LAMPORECCHIO — Hanno aspettato il calar della notte e poi, intorno alle 23,30, si sono intrufolati nel supermercato a Lamporecchio con l'effrazione della porta d'ingresso e hanno scardinato la cassaforte per portarsela via, fuggendo con un bottino di 10mila euro circa. Sul posto sono accorsi i carabinieri della compagnia di Lucca che, con la collaborazione dei colleghi di Montecatini Terme, hanno arrestato due persone di 35 e 55 anni con lavoro fisso e residenti uno in Valdinievole, l'altro nel Pratese. L'accusa è di furto aggravato.

I fatti sono avvenuti la notte scorsa, e la banda di ladri era composta da almeno quattro persone. Dopo l'effrazione della porta di ingresso, sono entrati nel locale supermercato asportando un armadio metallico e scardinando una cassaforte, prima di fuggire con un bottino di circa 10.000 euro. Nella circostanza, come di consueto, sono stati allertati tutti i carabinieri impegnati in attività esterna, anche nelle località limitrofe, ragion per cui una pattuglia lucchese in abiti civili e a bordo di un'auto di copertura si è messa sulle tracce dei banditi nella zona di confine tra la provincia di Lucca e quella di Pistoia. 

Ebbene, li hanno trovati. Nel comune di Ponte Buggianese, nei pressi di una zona paludosa, i militari lucchesi con i colleghi di Montecatini Terme hanno notato un veicolo munito di cassone con intorno quattro persone intente a scaricare un voluminoso oggetto. Alla vista dei carabinieri hanno cercato di fuggire. Delle quattro persone, due sono state raggiunte e bloccate.

Nel veicolo, i militari hanno recuperato l'armadio metallico ancora integro contenente 3.800 euro e l'ulteriore somma di denaro contante, in banconote e monete di vario taglio, di 6.500 euro. La refurtiva questa mattina è stata restituita al proprietari. Sono stati recuperati e sottoposti a sequestro gli strumenti (cacciaviti, piccone, piede di porco) adoperati per l'effrazione e un apparato radio scanner portatile, usato dagli autori del reato per intercettare le comunicazioni tra le forze di polizia. 

Le due persone arrestate sono comparse questa mattina davanti al tribunale di Pistoia per il processo con rito direttissimo contestuale all'udienza di convalida. Proseguono le indagini sia per l'identificazione degli altri componenti la banda, sia per accertare le loro responsabilità con riferimento ad ulteriori episodi delittuosi commessi nella provincia di Lucca ed in quelle vicine.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I contagi emersi in più rispetto a ieri si trovano spalmati sul territorio tra Piana, montagna e Valdinievole. Il dettaglio dai bollettini ufficiali
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS