comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:26 METEO:PESCIA17°  QuiNews.net
Qui News valdinievole, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdinievole
mercoledì 28 ottobre 2020
corriere tv
Piazze in fiamme in Italia: guerriglia da Nord a Sud contro il Dpcm

Attualità martedì 28 aprile 2020 ore 12:17

Il Covid li separa, l'ospedale li riunisce

anziani ospedale
Foto ufficio stampa Asl Toscana Centro

Sorpresa per alcune coppie di anziani del pistoiese riunite per passare la degenza nella stessa stanza. E c'è chi ha festeggiato lì 48 anni di nozze



PISTOIA — In tempi di Covid accade anche che ci siano delle gradite sorprese e, perché no, anche qualche lacrima di commozione. Accade negli ospedali San Jacopo di Pistoia, in quello di San Marcello e anche nel reparto di cure intermedie allestito al Ceppo. Quando se manifesta la possibilità, infatti, il personale infermieristico riunisce marito e moglie, in prevalenza anziani, per permettere loro di trascorrere insieme la degenza. Per la responsabile Monica Chiti si tratta di "un atto dovuto che ha visto il nostro personale impegnato nell'emergenza dedicarsi anche all'umanizzazione, come parte integrante del processo di cura e per questo li ringraziamo tantissimo ".

Di storie, spiega una nota della Asl Toscana Centro, ce ne sono molte. Per esempio c'è quella dei due anziani pistoiesi che, per primi, sono stati trasferiti nella stessa stanza all'ospedale San Jacopo. Lui era ricoverato in setting B mentre la signora si trovava in malattie infettive, vicini ma impossibilitati ovviamente a vedersi. Quando si sono rivisti, ha detto la coordinatrice infermieristica Silvia Pierinelli, si sono abbracciati a lungo commuovendo tutti i presenti. Ora sono tutti e due tornati a casa dove stanno continuando il percorso di cura. 

Altri due coniugi hanno addirittura potuto festeggiare insieme il loro 48mo anniversario di matrimonio. La loro storia è raccontata da Mariella Margelli infermiera coordinatrice dell'isolamento 1 week sempre del San Jacopo. Tutti e due sono arrivati in uno stato di salute molto critico a causa dell'infezione da coronavirus e, proprio nei giorni più difficili, sono potuti stare insieme. Ora si trovano nel reparto di cure intermedie di San Marcello, sempre insieme, per completare le cure in attesa del tampone negativo che potrà mettere fine a questa difficile esperienza. Proprio stamattina una nuova sorpresa: "Entrambi si sono affacciati alla finestra ed hanno potuto salutare il loro figlio che non vedevano da tempo", ha detto l'infermiera coordinatrice gestionale del presidio, Erica Gualtieri. 

Altre coppie, poi, sono state riunite anche al "Ceppo" dove sono state allestite camerette a due letti che agevolano la riunione tra marito e moglie. 

Il ringraziamento al personale infermieristico è arrivato dala dottoressa Lucilla Di Renzo, direttore sanitario del presidio ospedaliero San Jacopo e di San Marcello. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità