Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PESCIA19°28°  QuiNews.net
Qui News valdinievole, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdinievole
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Jacobs: «Sono solo nato in Texas, l'Italia è la mia Nazione». Tamberi: «Sono l'uomo più felice al mondo»

Attualità lunedì 21 giugno 2021 ore 13:48

Aperto il cantiere alla Torre del Molinaccio

L'obiettivo è finire i lavori in due settimane e riaprire la Provinciale al massimo in 3 settimane



PESCIA — Sono cominciati stamani i lavori a cura del Comune di Pescia per la messa in sicurezza della torre di Molinaccio (il cui tetto è crollato 15 giorni fa). 

"Insieme ai lavori non più procrastinabili, partirà un percorso parallelo con cui chiederemo alla proprietà le somme spese per l’intervento. - ha dichiarato l’assessore Aldo Morelli - Ora, era importante mettere in sicurezza il manufatto che risale al 1300 ed è un pezzo importante della nostra storia. Secondo i tecnici ci vorranno dai 10 ai 15 giorni lavorativi". Che in pratica significa che prima di tre settimane la strada non dovrebbe essere riaperta. 

La Torre del Molinaccio, manufatto posto sotto la tutela della Soprintendenza dei beni architettonici e paesaggistici, risulta di proprietà di una famiglia di Firenze. Con ordinanza del sindaco del 10 giugno, fu intimato ai proprietari di provvedere entro tre giorni a una perizia tecnica che determinasse con precisione gli interventi contro il ripetersi di nuovi distacchi e cadute di materiale e di dare poi inizio ai lavori relativi. 

"La proprietà risulta inadempiente – hanno spiegato amministratori e tecnici del Comune di Pescia – e il 14 giugno ha dichiarato l’impossibilità di procedere e di sostenere economicamente l’intervento di messa in sicurezza, demandando al Comune ogni attività necessaria". E avendo bloccata una arteria provinciale di grande interesse per valdinievole ovest, sono cominciate le corse. 

Il 15 giugno, c’è stato l’incontro con il responsabile della Soprintendenza per i beni architettonici per concordare le modalità di intervento. Il Comune a quel punto ha deciso di procedere in sostituzione della proprietà. Le spese potranno essere anticipate dall’ente con diritto di rivalsa e recupero coattivo. Il 16 giugno è stata inviata richiesta formale all’Enel per il distacco della linea elettrica in prossimità della torre; il 17 giugno sopralluogo con la ditta per definire il posizionamento del cantiere e delle attrezzature. Stessa data per la delibera di giunta di autorizzazione all’esecuzione d’ufficio delle opere di messa in sicurezza. Il cantiere è in corso di allestimento stamani – 21 giugno – dopodiché inizieranno immediatamente i lavori.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sfiorano quota 23.600 i cittadini del Pistoiese contagiati da inizio pandemia tra capoluogo e Piana, Valdinievole e Montagna. Ecco i dati odierni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Cronaca