comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:22 METEO:PESCIA11°  QuiNews.net
Qui News valdinievole, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdinievole
domenica 24 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Moratti furiosa: «Errore del governo, danno enorme per la Lombardia»

Attualità giovedì 04 maggio 2017 ore 15:56

Seimila euro al Don Bosco per i letti elettrici

E' l'ammontare dell'investimento delle banche di Pescia e Cascina per l'acquisto di letti elettrici con caratteristiche in linea con le norme vigenti



PESCIA — "Si tratta di letti - ha detto Daniela Moretti, presidente dell'istituto Don Bosco - che favoriscono l’anziano nelle varie fasi della giornata e consentono ad assistenti, infermieri e fisioterapisti di porsi in condizioni più adeguate nei confronti dei pazienti per interventi di igiene, medicazione e riabilitazione o somministrare pasti. Sono letti con tre motori elettrici che permettono numerosi posizionamenti, altezze ed inclinazioni tutti finalizzati alla sicurezza e al benessere del malato. Riducono i rischi di caduta dei pazienti affetti da Alzheimer, che soffrono dunque di agitazione motoria notturna, e l’insorgere di patologie come le piaghe da decubito."

La collaborazione tra Banca di Pescia e Cascina non è nuova: "Già un paio di anni fa la Bcc intervenne a sostegno dell’Istituto per la riqualificazione dell’impianto elettrico, condizione che si rese necessaria per l’adeguamento alle norme in materia di sicurezza - ha detto Franco Papini, presidente della Banca - ma, ancor meno nuova, è la funzione che Banca di Pescia e Cascina sta svolgendo sul territorio. Pur in un contesto economico non privo di difficoltà e venendosi sempre più ad affievolire il supporto pubblico, la Banca anche nel 2016 ha incoraggiato moltissime iniziative di enti religiosi, enti morali ed assistenziali, istituti scolastici e associazioni sportive dalle quali raccogliamo la volontà di qualificare e tramandare ad altri la ricchezza di beni, di stili e di valori che caratterizza i nostri territori."

Nell’Istituto Don Bosco risiedono 48 anziani di cui 35 in condizione di totale non autosufficienza

"Un semplice cambio di letto – ha concluso Moretti -, può avere numerosi riflessi positivi su diverse persone. In alcuni paesi del Nord Europa, una strumentazione del genere, è la condizione minima garantita agli ospiti di strutture come la nostra.”



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

CORONAVIRUS